Home >  
Versione Testuale | Giovedì 14 Dicembre 2017

Guida Turistica

Paese dell’entroterra verbanese è, del Parco Nazionale della Val Grande, la porta delle “Stelle”, attraverso la quale si entra in una pineta ampia che si estende sino ai 1500 m del Rifugio di Pian Cavallone. Vi sono, inoltre, numerosi sentieri comodi e agevolmente percorribili che conducono agli alpeggi e ai pascoli. Ottime le condizioni climatiche grazie all’influsso termico del Lago Maggiore.

Caprezzo in dialetto “Cavresc” non è il paese delle capre, deriva da Capricium, Cavretium, Capretium. “Un capriccio da scoprire…”


Chiesetta della Madonnina
È interessante vedere: la Chiesa di San Bartolomeo (1600), la Via Crucis (1750) che, estendendosi in mezzo a un parco di castagni, porta ad una Chiesetta detta della “Madonnina”(1650), fatta costruire per un Voto a seguito della peste del 1630.

(Veduta dell’altare maggiore della Chiesetta della Madonnina)



Ca Buruss


Merita una visita anche la Cà Buruss del 1600, tipica costruzione con tre ordini di “lobbie”in legno, situata in Piazza Maddalena.
Attraversa il paese la “Via delle Fonti”, in porfido e ciottoli di fiume, che unisce due caratteristici lavatoi in sasso fatti edificare dal cavalier Verazzi nel 1885.






Lavatoio   Lavatoio